KDE 4.9 e Linux 3.5 che potenza!


Sì, decisamente. Ad avere un quad core magari a 3 GHz!

Su un portatile HP con 1,2 GByte di RAM e Centrino a 1.5 GHz si blocca tutto. Responsività prossima allo zero. Applicazioni che non si aprono. KFontView che va lanciata due volte. Il tutto dopo aver lanciato KMail.

Per riprendere possesso del sistema ho dovuto riavviare la macchina loggandomi da root da console (CTRL + ALT + F1) e lanciando il comando “init 6″. Un reboot forzato, login con xfce e sono tornato a riusare un Desktop.

Erano molti mesi che non usavo più KDE. La differenza in termini di prestazioni rispetto a Xfce è notevole. Quando comprerò un quadcore tonerò su KDE. Al momento non ne sento alcuna necessità e non posso perché un nuovo computer non è proprio in programma.

Il kernel Linux 3.x

Ho notato che il problema non è limitato a KDE. Le problematiche vengono fuori anche con il kernel Linux. Versione dopo versione crescono le regressioni. Sul centrino di cui sopra non posso avviare il kernel 3.5 perché a causa di alcune modifiche che hanno fatto dalla versione 3.4 alla 3.5 sulla mia scheda di rete che funziona dalla versione 2.2 (il modulo in questione è 8139cp) si verifica un kernel panic. Sono costretto a usare il 3.0 anche perché ho verificato kernel panic anche nelle versioni 3.3 e 3.4 quando smonto una miniSD… Di questo passo tra un po’ cambierò proprio sistema operativo. Passerò a Mac OS X, oppure chiuderò i miei rapporti con un PC.

Quindi il problema di prestazioni e di nocciolo del sistema rendono il tutto inusabile anche per il più paziente e speranzoso utente.

Mi piacerebbe poter tornare a usare KDE, veramente, ma il mio pc è vecchio di quasi 10 anni. E all’epoca era una scheggia. KDE 3.5 volava. Il kernel fino al 2.6 andava bene. Forse è in atto una sorta di test: “proviamo quanti utenti hanno la pazienza giusta per sopportare il software libero”.

Non so.

La cosa buona è che programmi di Office Automation come LibreOffice 3.6.x che sono (disponibili anche su Windows e Mac) hanno fatto una evoluzione davvero in controtendenza, riducendo l’uso di risorse, migliorandone la reattività e l’usabilità. Complimenti.

Conclusione

Con la configurazione giusta anche su sistemi un tantino datati si riesce a godere del Software Libero. Speriamo che nelle prossime versioni anche il kernel e KDE permetteranno a un vecchio PC di funzionare con una modesta regolarità. Chi ha un hardware più recente sicuramente si godrà il miglior Desktop del mondo.

About these ads

7 thoughts on “KDE 4.9 e Linux 3.5 che potenza!

  1. Ciao, mi ha incuriosito il tuo articolo. Potrebbe essere che tutte queste cose collegate tra loro, possono creare tutta questa “lentezza” (parlo riguardo a KDE).
    Io ho provato una live di kubuntu 12.10 sul mio netbook Acer Aspire One, e funziona perfettamente (non ho installato quindi non so una volta installato, come gira nel mio sistema). :)

    • Il problema è che KDE e in particolare KMail/Akonadi e nel mio caso specifico circa 10 account di posta IMAP inchiodano tutto. Dopo aver avviato lo scaricamento della posta elettronica (che tra l’altro è partito da solo all’avvio di KDE) si è bloccato tutto. Già la partenza di KDE è lenta, già in versioni precedenti ci volevano ben 60 secondi dopo che si è avviato KDE per poter fare anche un solo clic. Il tuo netbook ha un processore più potente del mio, se non erro è addirittura a 64 bit, invece il mio è a 32 bit e risale a 10 anni fa ;) . Ma ti assicuro che con questo hardware e il kernel 3.0.43 e Xfce in vece di KDE schizza. È molto veloce ad eseguire le applicazioni. È l’infrastruttura KDE che è progettata per processori potenti, per hardware di alte prestazioni. Il 3.5 non aveva questi problemi ;) .

  2. Un PC che è durato 10 anni è una macchina che merita i complimenti. Mentre per quanto riguarda la perdita di prestazioni non ci vedo nulla di strano, fa parte dell’evoluzione di questo tipo di software.

    Nel tuo caso però, una macchina di 10 anni come il mio ormai pensionato HP nx9030, ha semplicemente superato i requisiti minimi per usare un DE come KDE e quindi va usato qualche cosa di più leggero come Xfce che già fai.

    Per quanto riguarda il kernel se non ricordo male Torvald aveva ben detto che qualche modulo ormai poco usato del kernel sarebbe stato disattivato a partire dalla versione 3, il tuo pc probabilmente fa parte delle macchine coinvolte in questo processo, quindi la soluzione è andare su kernel.org scaricarsi il kernel linux e compilarselo avendo cura di abilitare i moduli che servono, in questo modo risolverai i tuoi problemi e ti ritroverai anche con un kernel più leggero e reattivo.

    Infine il passare a MAC OS è una possibile soluzione ma ti faccio notare un piccolo particolare, l’ultima versione non è compatibile con tutte le macchine Apple, arriva al massimo alle macchine del 2008 e neanche tutte. Quindi saresti nella stessa situazione in cui sei ora con Linux se non peggio e prima di 10 anni e con molte meno possibili soluzioni.

    ps. Per la posta elettronica, akonadi usa come database mysql, io sul mio utilizzo postgresql che è più potente e performarmante, la procedura non è semplice ma ti consiglo di provare.

  3. Buona giornata a tutti.
    Sono nuovo e uso regolarmente kde anche se qualche volta fa cose strane.
    Per quanto riguarda la posta elettronica kmail è da due mesi che non mi scarica nulla e mi compare un messaggio che mi dice che la connessione con google è fallita. Un messaggio che ripete ogni 5 minuti circa.
    Ho risolto anche io con Thunderbird che funziona in modo regolare e senza mai avere un blocco.

    A presto
    Francesco

    P.S.
    Ti seguo dai tempi di kde-it e vorrei che scrivessi più spesso.
    Mi piace il confronto continuo e il modo di operare per crescere insieme

    Corretto gli errori di grammaticali e di sintassi

    • Grazie, in effetti KDE non ha prodotto più nulla di nuovo, so per certo che alcuni sviluppatori nemmeno lo usano più, per quanto continuino a svilupparlo, alcune applicazioni vengono soltanto portate da una versione all’altra, ovvero si assicura solo che compilino… È triste, ma l’intero ecosistema Linux ne risente. Quando combini un kernel che dopo le versioni stabili di 2.6 producono sempre più regressioni e applicazioni KDE che si mangiano risorse in stile Windows e non realizzano nulla di eccezionalmente nuovo ti chiedi dove sia l’errore. KMail da quando lo hanno portato ad akonadi è decisamente un’applicazione defunta, forse con KDE 5 risorgerà, chi può dirlo.
      Vedrò di scrivere qualche articolo nuovo in questo 2013 :) .
      A presto e grazie per aver lasciato un segno della tua presenza.

      • Scusa il ritardo con il quale rispondo ma sono preso da una mole tale di impegni che non ho neanche il tempo di aprire il computer.
        Mi fa dispiacere leggere che KDE non sta realizzando nulla di nuovo.
        Personalmente dopo un periodo su Ubuntu sono stato preso da una incredibile nostalgia e ho reinstallato kubuntu su un hard disk secondario.
        Mi ha regolarmente aggiornato tutto l’ambiente KDE alla versione4.10 e miracolosamente kmail è tornato a funzionare alla grande.
        Debbo confessare che dopo Ubuntu il mio rientro in kde è stato piacevolissimo. Un ambiente così reattivo e veloce l’avevo quasi dimenticato.

        a presto
        Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...