KDE a Ökumenischer Kirchentag



KDE e FSFE attratti dalle folle

KDE ha recentemente partecipato al secondo Ökumenischer Kirchentag (il giorno della chiesa ecumenica) dal 12-16 maggio a Monaco, Germania. A rappresentare KDE c’erano Frederik Gladhorn, Daniel Laidig, Eckhart Wörner e Irina Rempt. Hanno (uomini e donne) organizzato uno stand tra centinaia di altri progetti presentanti gli aspetti della vita, l’universo e ogni cosa, principalmente da prospettive di vari Cristiani. La comunità KDE in generale è sicuramente laica (e dovrebbe esserlo), ma la nostra filosofia si basa sul fatto che il software è principalmente per le persone e dovrebbe essere gratuitamente condiviso per adattarsi in modo eccellente a un tale evento. Thomas Jensch e (per un giorno) Daniel Weuthen di FSFE l’hanno reso un’iniziativa comune di successo.

Lo stand era raramente vuoto: abbiamo avuto tutti i tipi di persone, dai bambini (affascinati dal Big Buck Bunny in ciclo in una finestra) a utenti Linux veterani (almeno una di loro che abbiamo aiutato mostrandole come far comportare bene KMail) dopo aver ottenuto ciò che cercavano sono rimasti per un po’ a guardare e parlare. La squadra ha spiegato come l’aspetto del free, inteso come libertà, potrebbe aiutare a costruire un mondo un po’ più uguale e come l’aspetto libero-come-la-birra era utile per mantenere lo stretto budget della chiesa. Nei fatti, la questione economica spesso non è venuta fuori perché quella sociale era già un motivo sufficiente per attirare l’interesse di molte persone.


KDE: generazioni attuali e future

Thomas si è occupato di venire in contatto con diversi funzionari autoritari della chiesa, mentre la squadra di KDE si è concentrata sulle singole persone e sulle loro necessità e interessi. Tutto sommato, è stata una buona cosa vedere che il mondo del Software Libero è diventato abbastanza interessante per le varie persone che partecipavano a eventi non tecnici. In un certo modo, partecipare a questo evento ha avuto più impatto, relativamente parlando, che i soliti eventi tecnici: potremmo raggiungere un nuovo pubblico di persone che erano completamente all’oscuro del Software Libero, di Linux o KDE.

L’esperienza più memorabile: la donna che voleva il software KDE perché se lei avesse avuto Palapeli, suo marito non si sarebbe più lamentato dei puzzle jigsaw a tavola.

Tratto da http://dot.kde.org/2010/05/20/kde-%C3%B6kumenischer-kirchentag

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...