KDE 4.6 feature freeze e il futuro di KDE – parte 3


In questo articolo continuano le valutazioni di KDE 4.6 . Per chi non ricordasse, la prima parte è qui, mentre la seconda è qui.

Prima di potersi fare un’idea completa di ciò che davvero si intende dire bisogna leggere l’articolo per intero che si completa con quest’ultimo oggi.

C’era una volta KDE Print (aggionamento del 20 nov 2010)

Se di recente avete provato a stampare sotto KDE vi sarete resi conto che sono state quasi tutte ripristinate le vecchie funzionalità del 3.5. Se abbiamo una stampante sappiamo che è possibile usarla in modalità “ottimale”, con il massimo dell’inchiostro, oppure in modalità “economica” impiegandone il minimo indispensabile. Come fare per selezionare le modalità? Si fa dalle opzioni di stampa all’interno di una applicazione (okular, kword, kwrite, kate, …) e si sceglie la modalità di stampa oppure dalle impostazioni di sistema in maniera globale per tutte le applicazioni.

 

configurazione delle stampanti dalle impostazioni di sistema

Da KDE 4.2 in poi c’è QtPrint (nella 4.0 e 4.1 non si stampava😀 ma chi di noi ha usato un 4.0 o 4.1? Bisognava essere folli!) . Che permette di fare una stampa con alcune opzioni di base, per esempio permette anche di stampare più pagine sullo stesso foglio. Ottima cosa, ma se uno volesse scegliere modalità diverse di stampa per documenti diversi? Bisogna entrare nel menu di configurazione del sistema e fare la modifica da lì o direttamente dall’applicazione KDE da cui si vuole stampare. Basta un doppio clic sul “Draft” di “Print Quality” e procedere alla scelta.

opzioni avanzate di stampa di okular

Anche se si usa Open Office, quando si va a stampare si può scegliere anche la qualità di stampa.

Era previsto un parziale ripristino di alcune funzionalità tramite la printer-applet in KDE Utils, ma il compito è segnato in rosso, quindi ancora nulla.

Daniel Nicoletti e altri sviluppatori in playground base stanno scrivendo un printer-manager, quindi tra qualche tempo potremo vedere ulteriori migliorie.

Cosa intendo? Posso immaginare, per esempio, che l’utente apra un file PDF con okular e voglia stamparlo e che stesso da okular sarà possibile aggiungere la stampante se non presente e senza ricorrere alle configurazioni di sistema, o almeno non esclusivamente a quelle.

KWin e gli effetti speciali

Come buona norma insegna, ogni nuova versione di KDE va in conflitto con questa funzionalità.🙂

Tempo addietro il problema era legato al fatto di non usare la versione più aggiornata di Xorg, infatti fu questa cosa che mi convinse definitivamente a passare da Slackware ad ArchLinux, oltre alla grande comodità di un gestore pacchetti che si occupava delle dipendenze già insito nella distribuzione stessa.

Passando da KDE 4.4 a KDE 4.5 tutti gli effetti hanno subito una strana sorte. In primis non sono più attivati in modalità predefinita, in secondis, anche se si attivano fanno strane bizze per cui meglio tenerli disattivi. Non si capisce da cosa dipenda. Pare siano delle modifiche fatte nel codice dei nuovi driver Xorg. Sul mio netbook Asus 1000HE con scheda Intel gli effetti volavano. Ora li tengo disattivi di base. Spero che un rilascio di driver Xorg risolva il tutto.

KOffice?

KOffice è la suite d’ufficio KDE, ma viene rilasciata a parte come accade per applicazioni come K3b, Digikam, Kdenlive, KMess, KTorrent, sKanlite, ecc…

Con l’ultima versione per KDE 3.5, ovvero la 1.6.3 sembrava aver raggiunto un buon grado di sviluppo. Ora con la serie 2 ancora non siamo alla possibilità concreta di un uso quotidiano.

KOffice è una delle suite (come KDE PIM) che ha davvero bisogno di sviluppatori. È utile visto l’esistenza di Open Office? Beh, dovendo usare un ambiente Desktop come KDE si preferisce usare applicazioni per KDE.

Ebbene, purtroppo, di recente ho dovuto iniziare a usare OpenOffice e con le continue acquisizioni in giro vorrei proprio evitare per questioni di principio. È una cosa mia personale. Sono sempre diffidente da questi colossi acquisiscono chi sviluppa Software Libero. Si combinano difficilmente comunità che lavora con passione e società che devono ricavarne profitto. Magari funziona. Con Nokia sta funzionando. Le Qt evolvono e c’è l’apertura alla comunità. Visto che KDE è stata in prima linea per la diffusione del formato aperto per i documenti (ODT, ODS, ecc…) mi dispiace vedere che le cose siano fatte da pochi sviluppatori. La maggioranza è lì a sviluppare Plasma, che se vogliamo è la prima cosa che si nota quando si accede a KDE, il plasmoide che fa questo e quello è banale da sviluppare rispetto a un editor di testo, inoltre porta più riscontro. Chi di voi conosce gli sviluppatori di KOffice? Chi quelli di Plasma? Scommetto che i secondi sono più noti e seguiti.

Sviluppare e inserirsi dentro KDE non è tanto difficile, ma come facevo notare per KDE Print serve tempo e studio del codice, quindi se volete imparare e divertirvi unitevi a una di queste squadre in difficoltà. Anche perché di recente c’è stata una rottura all’interno della comunità di KOffice.

KIO Slave, Ark, WebDAV, Amarok/Phonon, MP3/OggVorbis e KMail

Con le nuove versioni di KDE ho notato una cosa strana. Un rallentamento eccessivo per le copie di file in rete locale. Le copie in “sftp://” su KDE sono diventate lente. Sono più veloci se si fanno con il classico “scp” a linea di comando. Veloci si almeno 4 volte in più.

Ark poi ha un bug molto antipatico. Se si trascina un file verso una cartella remota dice di copiare il file, se si riprova addirittura chiede se si vuole sovrascriverlo, ma in realtà il file viene copiato nella cartella locale di Documentazione nella propria HOME.

Se si usa il protocollo “webdav://” da Konqueror ci si sarà imbattuti in una regressione (in KDE 3.5 funzionava). In pratica non si possono più cancellare le cartelle se non si va direttamente sul server e si procede, oppure usando un’altra applicazione che gestisce meglio il protocollo. Il bug è lì da tempo e la cosa mi fa pensare che non ci sia più la persona che si occupava di quella parte di codice. Ad avere il tempo si potrebbe sistemare la cosa. Qualcuno vuol darci un’occhiata?

Vi siete mai chiesti perché Amarok non riproduce alcuni file musicali? Mi è capitato di avere dei file con dei caratteri accentati tra directory e nome file stesso, ovvero caratteri come àèéìòù. Se si ha una codifica impostata a UTF-8 allora tutto funziona, ma se non è così Amarok, benché trova il file, poi non riesce a riprodurlo perché lo cerca usando la codifica errata del nome del file. Perché? Semplice, Phonon, che viene usato da Amarok come motore di riproduzione, ha stabilito di voler riconoscere solo il formato UTF-8. Formato che può andar bene se bisogna compilare un file di traduzioni PO, oppure se abitate in Cina, in Giappone, in Korea, in Arabia, in Russia (beh anche i russi hanno la loro codifica e potrebbero non usate utf-8), ma non se risiedete in Europa. Io uso l’ISO-8859-15 o l’ISO-8859-1, quindi i miei file accentati non vengono riprodotti. Per ascoltarlo si deve ricorrere alla linea di comando con mpg123 oppure ogg123, a kmplayer, a xine, a mplayer oppure a VLC, ma non certamente ad Amarok/Phonon. Ho anche segnalato il bug convinto che fosse Amarok, ma alla fine si è scoperto essere Phonon. Myriam Schweingruber ha più e più volte chiuso il bug che non è assolutamente risolto in quanto il problema è dentro Phonon, eppure non si è mai pensato di impostare il bug sul componente Phonon anzicchè Amarok quando si è capita l’origine del problema. Ogni nuova versione di Amarok si chiudeva il bug senza verificare assolutamente l’effettiva risoluzione dello stesso. In certi momenti ti passa la voglia di segnalare un bug. Se qualcuno vuole approfondire è il n°226329. A questo punto non mi aspetto che venga risolto. È ovvio che bisogna aprire un report direttamente a Nokia in quanto Phonon è derivato dalle Qt (non so la versione KDE in cosa differisce dall’originale Qt di Nokia). Appena possibile lo farò. Nel frattempo ho impostato come componente del bug Phonon e assegnato allo sviluppatore iniziale di Phonon il bug, ma da allora non si è avuto alcun riscontro.

Chi ricorda la durata dei file MP3/OggVorbis che si poteva ottenere con il tasto destro del mouse sul file relativo scegliendo la voce “proprietà”? Ancora non è possibile reperire questa funzionalità andata persa. Certo non è la fine del mondo. KDE funziona benissimo anche senza di questo.

KMail in KDE 4.4, ha un noioso bug che speriamo sia stato risolto in questa nuova versione per KDE 4.6. In pratica se si sbaglia a dare la password a un account IMAP, KMail non richiederà più la stessa. L’unica possibilità di risolvere è quella di chiudere l’applicazione e riaprirla… Con la versione per KDE 4.6 cosa accadrà? Sarà abbastanza stabile? Si dovrebbe parlare dell’introduzione di Akonadi anche in KMail, quindi un bel salto, un’incognita. Attenderemo le decisioni degli sviluppatori e della squadra che si occupa dei rilasci. Per il momento non c’è nulla sul sito ufficiale di KDE PIM, ma in due mesi possono cambiare tante cose.

KDE è Plasma?

KDE sta sviluppando il grosso con Plasma, qualche effetto speciale in più. E a questo c’è un motivo preciso che ci darà anche il punto di arrivo di KDE dei prossimi anni, ma questo non è assolutamente da intendere come polemica. Sarà materiale per il prossimo articolo😉 . Per il resto lo sviluppo evidente sembra quasi fermo. Diciamo che dopo le non usabili versioni 4.0, 4.1 e 4.2 c’è stata una 4.3 con inizio di usabilità e stabilità. Una bella 4.4 e ora di nuovo in pausa. 4.5 e 4.6 si somiglieranno abbastanza. Ovviamente non sono identiche e piccole modifiche visibili ci saranno, ma non saranno le modifiche che uno si aspetta:

– integrazione completa e funzionante di Akonadi per KDE PIM? Forse ci sarà, sì, molto probabilmente sì (guardare l’aggiornamento di ieri nella parte 2 di questa serie)… direi di tenerci aggiornati visto che dopo aver preparato questi articoli ho dovuto aggiornarli per includere le novità;

– sviluppo di nuove funzionalità in Kopete (per esempio la videoconferenza);

– ripristino delle funzionalità perse (KDE Print, gestione webcam, bug menzionati sopra, ecc…);

– recupero di applicazioni come Quanta (in corso integrazione in KDevelop tramite estensione);

Credo che in questa fase siamo un po’ in stallo, magari di stabilizzazione del codice, il che non fa assolutamente male, rispetto a grosse innovazioni richieste e menzionate in elenco sopra. Credo che solo tra due o tre grosse versioni (4.7, 4.8, 4.9) potremo avere consistenti e interessanti novità. Per il momento godiamoci il nuovo Marble, i giochi e qualche altra cosa e se accadrà anche un KMail akonadi based😉 . Magari KWin da qui al rilascio di KDE 4.6 finale potrebbe anche essere sistemato visto che potrebbero rilasciare aggiornamenti ai driver Intel e ATI (ho anche delle ATI sì). Se dobbiamo stampare delle pagine in modalità economica e altre in modalità ottimale dobbiamo perdere un po’ di tempo o rinunciare e usare la modalità predefinita disponibile. Poi con Qt 4.7 sviluppare un plasmoide è diventata una cosa molto semplice, semplicissima, grazie a QML.

Naturalmente il lavoro in sottofondo non si nota. Per la versione di KDE 4.6 si sta tentando l’accesso ai dispositivi senza legarsi più ad HAL, che presto sarà rimosso dalle varie distribuzioni in quanto non più sviluppato, e molti elementi sono stati già sistemati. Si va avanti con il lavoro su akonadi, su telepathy, ecc…

Ci aggiorneremo in seguito se ci saranno novità da qui al rilascio finale. Magari qualcuno legge questo articolo e decide di unirsi a Daniel Nicoletti & co. per riportare, finalmente, la gestione di stampa in KDE 4.7 o 4.8. Print manager permetterà anche l’aggiunta di stampanti e tutto il resto.

Forza KDE!

24 thoughts on “KDE 4.6 feature freeze e il futuro di KDE – parte 3

  1. Eh, le codifiche sono uno dei problemi più grossi dell’informatica, IMHO… io personalmente cerco di usare UTF-8 ovunque, per cercare di essere il più standard possibile🙂
    Ma mi sfuggono i problemi con la stampa: io nel dialogo di stampa ho le opzioni per l’inchiostro, la carta… tutto sotto proprietà, nei due tab della finestra che esce; non solo, ma mi piace veramente tanto che KDE sia in grado di riconoscere e configurare automaticamente la stampante non appena la collego la prima volta alla presa USB🙂

    • Forse usi openSUSE. In genere in un Linux privo di strumenti sviluppati ad hoc dalla distribuzione che usi (openSUSE ne ha molti, quindi non rientra in questo discorso) non attacchi la stampante e stampi, almeno non lo fai con una LaserJet HP .

  2. In effetti non ero sicuro che fosse una cosa nativa di KDE o di Kubuntu; però il dialogo di proprietà della stampante penso sia indipendente dalla distro, no?

    • Dipende. Se usi Kubuntu non direi. In quella distro fanno tante di quelle pacth che non mi stupirei più di nulla. In ogni caso da QtPrinter su Qt 4.7 non puoi dire di stampare in economica o in ottimale. Siccome nella “feature list” di 4.6 non è nominata… Immagino sia una patch di Kubuntu. Sempre che stiamo parlando della stessa cosa🙂 .

  3. Pingback: KDE 4.6 feature freeze e il futuro di KDE – parte 2 « KDE (in) Italia e slacky – amici, nemici e modi di essere

  4. anche io sono fiducioso che col tempo KDE si sistemerà in fondo ha voluto osare con una vera rivoluzione nel suo mondo e ora stanno piano piano maturando i frutti che sono stati seminati da 4.0 sino ad oggi😀

    Poi certo come per gnome anche a KDE serve “l’ultimo chilometro” e qui entrano distro come OpenSuse, Mandriva, Kubuntu ecc.

  5. ottimo lavoro, complimenti: tre puntante interessantissime e condotte con metodo. Uso Kde da anni, come utilizzatore finale però, dato che sono totalmente ignorante di programmazione. Ho un solo timore: che quando si sarà sistemato tutto il casino tremendo iniziato dalla versione 4.0 salterà fuori qualche altro esaltato a dire che Kde non è abbastanza al passo con i tempi e a spaccare uno per uno ma tutti insieme programmi che fino al giorno prima funzionavano benissimo. Ciò è molto triste, perché così facendo si resterà sempre confinati in una sorta di ghetto: “sì, bello, però…”

    • Io invece temo che certi bug non verranno mai corretti perché ritenuti superflui… tipo quello di webdav… starà lì da kde 4.0, solo che io non uso webdav da tempo. L’ho usato di recente e me ne sono accorto. KDE 4.0 significa 3 anni😦 . Boh, speriamo in bene. Io tempo libero non ne ho davvero, sennò vedevo di mandarla una patch, ma come ho spiegato nell’articolo serve tempo in alcuni casi.

  6. Io credo che kde debba fermarsi per un pò, sarei ben felice di non vedere alcuna funzione aggiuntiva, fossero anche le caratteristiche perse rispetto a kde3, se ciò servisse a mettere a posto quella miriade di piccoli bug/incongruenze che spuntano qui e lì di versione in versione a causa dell’incessante aggiunta di funzionalità.
    Mi raccomando, segnalate i bug!

  7. ciao🙂
    a me il menu di stampa e il modulo del pannello di controllo ci sono da parecchie versioni di kde… uso gentoo (che ha kde vanilla, nessuna patch o modifica, tutto di default).
    se vuoi ti mando degli screenshot dei menu.
    Un unico “bug” che posso riscontrare da tempo immemore è che di default i margini destro e sinistro sono diversi e vanno corretti a mano a ogni stampa. E l’impostazione non si salva.
    Riguardo kwin, con nvidia sempre perfetti gli effetti.
    Per il problema che hai con amarok… passa a utf-8, ormai questo è lo standard.
    Per gentoo ci sono guide approfondite, non so per la distribuzione che usi tu.
    Da quando ho passato tutto a utf-8 non ho più avuto problemi simili. Che prima a dirla tutta mi capitavano con svariati programmi!

    • Forse non mi so esprimere in italiano, non lo so. Sto dicendo che quando si stampa non puoi scegliere se farlo in modalità “economica” o “ottimale” come per KDE 3.x .
      Non sto dicendo che non puoi stampare. Nel mio QtPrinter mi permette di stampare più pagine sullo stesso foglio, a colori o in B/N, ecc… Ma non mi fa impostare una modalità di stampa “economica” (uso minore di inchiostro… draft) che va settata tramite il server CUPS via pagina web di CUPS. Se vuoi te li mando io gli screenshot.

  8. p.s. io tutti sti bug non li vedo.
    Uso kde4 dalla 4.0 e posso dire che dalla 4.2 in poi mi sono sempre trovato soddisfatto. Ora senz’altro bug, in kde vanilla, non ce ne sono di visibili. Lo uso intensamente parecchie ore al giorno e sono un tecnico informatico di professione.

    • E infatti quelli che ho segnalati sono stati chiusi la notte del rilascio di KDE 4.0 che era perfetto!
      Uso intenso? Io ho descritto i bug che mi ritrovo e ci sono dei report su bugs.kde.org che testimoniano e che parlano da soli, poi se sono falsi non so che dire, ma anche altri hanno avuto lo stesso problema con webdav, ark, kmail. Forse abbiamo fatto tutti un sogno collettivo. Se poi non gli crediamo va benissimo così🙂 .
      Per la cronaca, anche gli sviluppatori di KDE stesso hanno avuto da ridire sul rilascio di KDE 4.0 e 4.1 e se dal punto di vista dell’utente finale uno si ritiene soddisfatto di com’era KDE 4.0 vuol dire che forse non serve un Desktop Environment, basta anche la shell di Linux. Ci sono comandi come “tar”, “unzip”, “zip”, “lp” per comprimere e decomprimere file, per stampare, ecc… C’è anche “vi” come ottimo editor di testo da console, ovviamente🙂 .

      Tecnico informatico != Utente Finale

      Io ho presentato l’articolo dal punto di vista dell’utente finale Desktop per alcune questioni molto specifiche. È ovvio che stanno lavorando a cose che non sono ancora pienamente visibili (telepathy, akonadi in kmail, ecc…) non si stanno grattando la pancia su questo non ci piove.

      • guarda che non ho scritto che kde 4.0 era perfetto, ho scritto che uso kde 4 dalla .0 e che dalla 4.2 non ho trovato bug visibili. Ovviamente ognuno ha un uso diverso del pc, ad esempio io kmail non lo uso, per cui non posso notare bug in kmail.
        Non sto dicendo che dici fesserie, anche io sto semplicemente descrivendo la mia esperienza.
        Hai una scheda grafica intel mi pare di aver letto (ora non farmi rileggere tutto :-P) mentre io nvidia… beh posso pur dire che con nvidia non ci sono stati bug visibili in kwin. Con intel può essere, ti credo sulla parola!

  9. nel menu di stampa devi cliccare su “proprietà” accanto al nome della tua stampante, poi “avanzate” e ci sono varie opzioni tra cui (almeno, a me), c’è l’opzione “quality”.
    Se vuoi ti mando uno screenshot, non vorrei avessimo pacchetti diversi…

  10. Ah, scusa avevo capito una cosa per un’altra.

    Sì, ho Intel e ATI. Dipende anche dai driver da quello che ne so. Io per esempio uso solo i driver open e non ho installato quelli proprietari.

    Per l’opzione della qualità ho controllato prima di scrivere l’articolo. Ricontrollo stasera per sicurezza.

    • ecco, intel dovrebbe avere ormai un buon supporto ma a quanto dici a volte zoppica… ati per quanto “sembri” avvicinarsi all’open ancora non ha driver decenti.
      Nvidia se usi solo i driver open (i nouveau) ormai ha (a quanto leggo) buone performance nel 2d ma il 3d ancora nisba.
      Io francamente in questo scenario scoraggiante mi sono fatto una nvidia e uso driver proprietari. Filosoficamente parlando sarà opinabile ma funziona tutto da Dio.
      Quando sarà possibile sfruttare bene una scheda video (magari anche costosa) da linux con driver open, sarò il primo a farlo… ma fino ad allora pazienza.
      Ovviamente questo discorso non è strettamente legato a kde… il problema è a monte: drivers e case produttrici di schede video che fanno il comodo loro.

    • Intendevo questo:
      «Ottima cosa, ma se uno volesse scegliere modalità diverse di stampa per documenti diversi? Bisogna entrare nel menu di configurazione del sistema e fare la modifica da lì e non direttamente dall’applicazione KDE da cui si vuole stampare.»

      Mentre si può cambiare la qualità di stampa semplicemente da un’applicazione andando su “Stampa” -> “Proprietà” -> “Avanzate” come nell’immagine che hai inserito. Il testo sembra in contraddizione.

  11. Pingback: KDE 4.6 feature freeze e il futuro di KDE – parte 3 - Webpedia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...